Stand up for life Onlus

Insieme, in piedi per la vita!

Report Missione Madagascar: Gennaio 2019

Report del Vice Presidente, Francesca Pontecorvi

La missione è iniziata il 03/01. Avevamo molti bagagli e sopratutto l’attrezzatura odontoiatrica; per fortuna è arrivato tutto a destinazione. Lunedì’ 07/01 siamo arrivati ad Ambovombe ed abbiamo incontrato il dottor Tsiva, direttore dell’ospedale civile, che ci ha consegnato le chiavi della sala che sarebbe servita per le visite odontoiatriche della dottoressa Manuelli Alessandra; l’uso della sala e’ stato offerto gratuitamente. La sala e’ stata allestita nel pomeriggio con tutte le strumentazioni, grazie alla preziosa collaborazione di Carlo S. e Francesco Vendittelli; con il dottor Mamy, referente locale della Onlus, abbiamo deciso la modalita’ di come sarebbero state svolte le visite odontoiatriche. La mattina successiva Alessandra, Carlo e Mamy hanno cominciato lo screening direttamente alla mensa e successivamente si sono spostati alla sala con i casi da curare; io e Francesco abbiamo incontrato il capo dell’impresa e successivamente il nostro tecnico per controllare l’andamento dei lavori alla casa della speranza. Abbiamo constatato che la costruzione è al 40%. Poi ho incontrato le referenti locali, Bernadette e Mamitiana: abbiamo discusso dell’andamento della mensa, ho consegnato i farmaci portati per la nostra farmacia e abbiamo fatto un inventario. Siamo arrivati a quasi 200 bambini alla mensa e  in questa missione ci siamo scontrati con una gravissima epidemia di morbillo che ci ha portato ad ospedalizzare un grandissimo numero di bimbi, sostenendo con fatica le cure….Francesco ha bonificato e sistemato tutti i tavoli, le panche e costruito nuovi accessori per la struttura della mensa, inoltre ha messo dei teli per far si che i bimbi potessero stare all’ombra. Ho riscontrato, con il dottor Mamy, 8 nuovi casi clinici che avranno bisogno di cure mediche presso centri specializzati. Abbiamo ricevuto nuove richieste di sostegni a distanza e tra questi quattro fratellini orfani di cui si è fatta carico la dottoressa Alessandra con Carlo. L’ultimo giorno della missione, abbiamo riunito tutti i bambini della mensa e oltre allo svolgimento dei giochi educativi sono stati consegnati i grembiulini, fatti a mano dalla mamma di Alessandra. Inoltre sono stati consegnati dentifrici e spazzolini portati dalla dr.ssa Alessandra ed è stata svolta l’educazione sanitaria relativa al lavaggio dei denti. Infine io e Francesco abbiamo incontrato di nuovo il capo dell’impresa e il nostro tecnico Serge  per ricontrollare i lavori sulla casa della speranza. Rientrati a Fort Dauphin, abbiamo incontrato Giulia (la bambina che ha dato vita al progetto di lotta contro la malnutrizione infantile nel 2012) e anche a lei la dottoressa Manuelli ha fatto un controllo sui denti e ha regalato il kit per l’igiene dentale. Di rientro in capitale abbiamo incontrato Monia, caso clinico con macrocolon, per verificarne il decorso.

Report del Medico Odontoiatra, dr.ssa Alessandra Manuelli

Siamo partiti , io e Carlo, il 3 gennaio per il Madagascar, paese da noi già conosciuto, sia dal punto di vista naturalistico che umanitario . L’arrivo ad Ambovombe  e’ stato molto forte, scioccante. Il nulla del nulla … forse anche meno! Abbiamo organizzato il lavoro con un screening alla “ mensa della speranza “. I bambini che necessitavano di cure odontoiatriche venivano indirizzati dopo le 12 allo studio medico, dove avevamo montato le nostre attrezzature. Ho avuto il validissimo supporto del medico Mamy, che mi metteva al corrente di tutte le patologie dei bambini e faceva da interprete. Ho potuto osservare che fino all’ età di 4 anni circa, i bambini hanno una bocca quasi perfetta, nessun dente cariato, nessuna abitudine viziata (ciuccio, suzione del dito). Con la crescita iniziano i problemi; ho trovato bocche veramente disastrate! Ho curato, con l’aiuto di Carlo, una trentina di bambini, con una media di 5/6 denti per bimbo. Nessuna lacrima, nessun capriccio. Si sono fatti curare come fosse per loro la cosa più naturale del mondo. Ho cercato di fare una sorta di prevenzione, mettendo in sicurezza denti permanenti con piccole lesioni, in modo da garantire una certa tranquillità. Il mio intervento è stato molto difficile a causa della presenza discontinua della luce in ogni momento della giornata. La missione e’ andata bene, ma è solo una goccia nell’ oceano. Necessita assolutamente una continuità nel tempo, anche con altre professionalità! Sono stati consegnati dentifrici contenenti fluoro e spazzolini. Abbiamo fornito lezioni di igiene dentale ….E’ difficile spiegare ad un bambino che deve lavare i denti dopo ogni pasto!!!!! Questi bambini se mangiano, lo fanno una volta al giorno alla mensa della speranza!!!!! Materiale portato in missione: abbiamo comprato un riunito portabile (idoneo per situazioni di difficoltà ambientali ) munito di tutto il necessario per effettuare interventi di conservativa su denti da latte e conservativi, portati circa 180 sacchetti con spazzolino Colgate e dentifricio Elmex (da noi comprati).

Report Fracesco Vendittelli, volontario attivo

Dopo due anni dall’ ultima missione ad Ambovombe per la progettazione e successiva realizzazione della ” casa della speranza”, posso dire con soddisfazione che grazie agli sforzi di Francesca Pontecorvi (vice presidente della Onlus) e di Valentina Bargelli (presidente), i lavori per creare una realtà concreta con la casa della speranza, procedono molto bene. Detto questo, l’ultima missione è stata molto difficile. La Onlus ha avuto la fortuna di avvalersi della dottoressa Alessandra Manuelli che, da ottima odontoiatra pediatrica  è riuscita con non poche difficoltà, a curare un buon numero di bambini. I mezzi  che avevo a disposizione, anche se limitati, mi hanno permesso di dare alla dottoressa la possibilità di lavorare al meglio; energia elettrica alternativa, gabinetto dentistico attrezzato con niente ma funzionale, con addirittura attrezzature di alto livello… ma si sa, in posti difficili tutto e utile e funzionale. Purtroppo ci siamo trovati in emergenza seria e mi duole doverlo ammettere, ma io e Francesca ci siamo trovati ad affrontare problemi più imminenti. Un’ epidemia di morbillo che pensavamo fosse leggera, ma non è stato così. Solo nei giorni della missione se ne sono andati quattro bambini. Purtroppo il morbillo su bambini malnutriti uccide. E’ stata una fortuna essere lì in quel frangente, perché siamo intervenuti prontamente denunciando l’emergenza e intervenendo su tutti i bambini malati. Grazie Francesca e grazie Valentina di avermi dato la possibilità di affiancarvi in questa difficile impresa.

RINGRAZIAMENTI: grazie alla dr.ssa Manuelli per la sua umanità, generosità e professionalità! Grazie a Carlo per averla supportata e affiancata; grazie a Francesca vice-presidente e Francesco che hanno organizzato e supportato la missione.

                                                                                                                      Valentina, il presidente

Foto della Missione

 

 

Difendi la Vita!

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere tutti gli aggiornamenti direttamente via email

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: