Stand up for life Onlus

Insieme, in piedi per la vita!

Report Missione Madagascar: Luglio 2018

 

VORREI INIZIARE QUESTO REPORT CON UN TRATTO DEL MIO DIARIO CHE VOGLIO CONDIVIDERE CON VOI…

“Ci sono emozioni che solo l’Africa può darti…Si può piangere per gioia e stupore e un minuto dopo piangere di dolore…Quel dolore che ti trafigge il cuore e ti fa sentire sconfitta…Sconfitta perché di fronte a tanta povertà forse niente può essere mai sufficiente…Tutte queste vite che si mostrano ai tuoi occhi…Tutte queste anime sul tuo cammino…Si, mai a nessuno dirò di no…I bambini sono angeli, esseri innocenti che hanno il diritto di poter vivere e sorridere. Quei volti inermi delle madri, rassegnate di fronte alla malattia del figlio sono per me ogni volta un pugnale nel cuore…Là sperduti nella brousse, forse dimenticati anche da Dio, chi può aiutarli? Ricorderò sempre quella bellissima fanciulla, 11 anni, nata in perfetta salute mi dice la madre…ma poi…è stata a un passo dalla morte e dall’età di 4 anni è un vegetale…Ho pianto, perché la madre aveva fatto km per venire da noi e noi non abbiamo potuto darle una speranza per sua figlia…Ed è qui che ti senti sconfitta…Ed è qui che provi quel dolore che ti trafigge il cuore. Il bimbo orfano di 7 mesi di soli 3,5 kg ci ha invece donato gioia e stupore quando solo dopo 2 giorni di cure e latte era aumentato di mezzo kilo. E ti domandi ma perché un paese così ricco di materie prime è così povero…Tutto è alla deriva…le strade, le capanne…Ma soprattutto le “vite” sono alla deriva…Con una natura in alcune zone così rigogliosa che è in totale contrasto con questa “deriva”…Esistenze rassegnate a quel ciclo di vita: sorge il sole e nella miseria più vera aspetti che arrivi la notte, ma il giorno successivo sarà talmente uguale al giorno prima e al giorno prima ancora che rimani completamente inerme e con rassegnazione aspetti ancora il nuovo giorno. Ma in questo ciclo di vita non mancano mai i sorrisi dei bambini; nonostante la deriva intorno a loro, sorridono…Sorridono per il piatto di riso ricevuto, per i vestiti nuovi donati, per la tua visita…Perché tu…Dicono loro…Sei colei che viene da lontano per salvare loro la vita…E allora tu non puoi altro che piangere dalla commozione e dirgli GRAZIE!                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   Valentina, il Presidente”

foto report

La Missione quest’anno è stata molto intensa lavorando praticamente senza sosta dalla mattina presto alla sera tardi. Le cose da fare e verificare erano molte; visionare la mensa, visitare insieme al Dottor Mamy tutti i bambini che vi afferiscono e verificarne l’andamento scolastico, formare ulteriormente la referente all’ educazione sanitaria/giochi educativi, incontrare le famiglie dei bambini che ricevono il sostegno a distanza e i casi clinici. E cosa importantissima dovevamo verificare il Progetto dal titolo: “Lotta alla malnutrizione infantile attraverso la costruzione della Casa della Speranza per i bambini della Mensa della Speranza nel distretto di Ambovombe in Madagascar”.

Siamo arrivati ad Antananarivo il 7 Luglio e il giorno dopo abbiamo incontrato due casi clinici: Eva affetta da idrocefalo e Harenasoa con fistole vagino rettale, entrambe operate e al momento sotto osservazione medica. E’ stata una grande emozione incontrarle e vederle “in salute”. Il decorso è lungo e dovranno restare ancora in capitale. La onlus si è fatta carico non solo di tutte le spese mediche, ma anche del vitto e alloggio di un componente della famiglia; il Progetto Casi Clinici è infatti molto oneroso.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Siamo poi partiti per Fort Dauphin dove abbiamo incontrato due sostegni a distanza; Julia, la bambina che avevamo incontrato nel 2011 gravemente malnutrita e che ha dato vita al Progetto Mensa per lotta contro la malnutrizione infantile; Julia oggi è guarita completamente e grazie ad un sostegno a distanza va a scuola e Niriko, un bimbo disabile al quale abbiamo acquistato una sedia a rotelle circa 2 anni fa e che segue un programma di fisioterapia studiato apposta per lui.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

A pochi km da Fort Daphin, abbiamo poi incontrato la famiglia di Albini incontrata nel 2015 alla quale avevamo promesso di raccogliere per loro con il Progetto Noi per Voi, occhiali e creme solari. Nel corso dei 15 giorni di missione abbiamo incontrato altri albini e abbiamo donato loro occhiali e creme solari.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Siamo poi partiti con un pulmino per raggiungere i “nostri bambini” di Ambovombe! Eravamo felici! Il pulmino era carico di vestiti e sandali per loro, farmaci e due bilance. Al nostro arrivo ci è venuta incontro una folla di puro amore…E l’emozione provata grazie agli abbracci ricevuti dai bambini è stata immensa.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

La missione ad Ambovombe ha avuto inizio con una riunione per organizzare il lavoro da svolgere insieme ai Referenti locali dell’associazione: Dottor Mamy, Medico specialista in Sanità Pubblica, Coordinatore e Responsabile dei Progetti in loco, Mamitaina, Responsabile della Mensa della Speranza e Sylvana, Responsabile del Progetto Scuola.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il giorno dopo abbiamo quindi iniziato le visite mediche insieme al Dottor Mamy che ogni 3 mesi visita i bambini della mensa donando farmaci se necessari e antiparassitari. Non solo, ai bambini della mensa vengono somministrate vitamine settimanalmente. I bambini in totale visitati sono 100; 90 di questi sono i bambini che afferiscono alla mensa (15 sono stati invece inseriti alla mensa per la prima volta) e tra questi 6 sono disabili. Durante le visite abbiamo individuato 3 nuovi sostegni a distanza e tra questi un bimbo orfano gravemente malnutrito che grazie alle cure mediche tempestive abbiamo salvato. Sono stati individuati 4 casi di TBC ed hanno iniziato il trattamento farmacologico e 6 nuovi casi clinici (un caso di cardiomiopatia congenita che verrà inviato presso il centro medico di Antananarivo, un caso di piedi torti congeniti e 4 casi di ortopedia che devono essere valutati presso il centro medico specializzato di Iosy). Tra i casi clinici abbiamo anche 5 nuovi casi di ernia inguinale e alla metà di agosto verranno operati. Inoltre nuovi 18 casi di malnutrizione acuta moderata ricevono cure mediche specifiche e pasti adeguati fino al loro completo recupero.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Per tutti i bambini della mensa sono stati acquistati abiti nuovi e sandali che sono stati donati nel corso della missione.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ci siamo fatti carico anche di altri casi clinici: Odillon, un uomo disabile che ha bisogno di una nuova scarpa/protesi; presto partirà quindi per il centro medico specializzato e due donne che verranno operate a breve perchè affette, una da appendicite e calcoli renali, l’altra da fibroma e cisti ovariche.

20180719_101200

Le Referenti Sylvana e Mamitaina, insieme a Marcel hanno inoltre condotto numerose sessioni di educazione sanitaria per le madri e di giochi educativi per i bambini; abbiamo spiegato l’importanza dell’igiene personale e dell’ambiente domestico, delle vaccinazioni, dell’utilizzo delle zanzariere, il metodo per utilizzare acqua sicura e per fare una soluzione reidratante e cosa deve contenere una dieta equilibrata per evitare la malnutrizione.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Abbiamo inoltre incaricato un responsabile dell’igiene dei bambini alla mensa, Vola, la quale durante le abituali sessioni di igiene personale e dentale educa i bambini a pratiche corrette.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il Progetto Scuola è stato invece visionato dalla Referente Sylvana, la quale, come d’ abitudine, ha visitato le scuole frequentate dai bambini scolarizzati per conoscerne il rendimento scolastico e la frequenza in classe. Più della metà dei bambini ha un rendimento più che sufficiente; verranno quindi iscritti all’anno scolastico successivo.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

La costruzione della Casa della Speranza ha avuto inizio a Marzo 2018 e nel corso della missione un ingegnere edile ha verificato la costruzione a partire dalle fondamenta. Il piano terra è stato quasi interamente costruito.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Abbiamo poi incontrato le famiglie dei bambini con il sostegno a distanza. L’incontro è servito anche per educare le madri all’ igiene dei loro figli…Perché questo è l’aspetto più carente su cui stiamo insistendo moltissimo attraverso l’educazione sanitaria, la doccia, il lavaggio dei denti e dei vestiti presso la mensa.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un altro problema che stiamo cercando di arginare alla mensa della speranza è la tungiasi; i piedi di molti bambini sono infestati da parassiti e più esattamente dalle pulci della sabbia che creano ferite doloranti. Quindi, oltre ad educare bambini e madri all’igiene dei piedi e a non camminare scalzi, facciamo delle vere e proprie sessioni per la rimozione dei parassiti.

Durante la missione abbiamo visitato più volte la mensa e vedere 100 bambini intorno ad un tavolo che con grande bramosia aspettano il loro pasto ci ha riempiti di gioia…In pochi minuti la scodella era vuota ed erano impazienti di ricevere il bicchiere di latte…Siamo stati molto contenti anche di vedere le madri dei bambini che cucinano e servono ai tavoli.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Relativamente al Progetto Mensa per la lotta contro la malnutrizione infantile, dopo una lunga riflessione con valutazione dei costi e dei fondi economici disponibili, abbiamo deciso di allestire la mensa ogni giorno della settimana…Quindi a partire dal mese di agosto, la mensa non si volgerà solo 3 volte a settimana, ma i bambini riceveranno un pasto completo dal lunedì al venerdì.

Abbiamo anche acquistato nuovo materiale per la mensa: bicchieri, posate, piatti, ecc. L’acqua per la mensa, le docce e il lavaggio dei vestiti viene invece portata alla missione tre volte a settimana da un carro trainato da zebu e una volta al mese acquistiamo dentifricio e sapone.

 

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ma…Un pensiero ci tormenta da quando siamo rientrati dalla Missione: “la costruzione della casa della speranza deve terminare nel più breve tempo possibile!” La casa migliorerà enormemente le condizioni di vita/salute di questi bambini che adesso vivono in condizioni di estrema povertà. Con questo fine dobbiamo quindi trovare i fondi per terminare la costruzione e…Rendere questo SOGNO, che sta già prendendo forma, REALTA’…

La grande povertà e il degrado di Ambovombe ci “sconvolgono psicologicamente” ogni volta, ma ci “donano” la forza e la determinazione di portare avanti i progetti di Stand up for life Onlus, perchè in “quel posto” dimenticato da tutto e da tutti, ogni aiuto portato è un vero miracolo per la popolazione locale!

Vogliamo ringraziare tutti quelli che ci sostengono e che hanno permesso quindi che la missione diventasse realtà. In particolare vogliamo ringraziare Bruno De Angelis che mensilmente sostiene i progetti con delle donazioni …Grazie di cuore Bruno!!!
Se sogni da solo è solo un sogno, se sogni con gli altri è la realtà che comincia…

GRAZIE A TUTTI!

 

 

IL VIDEO DELLA MISSIONE:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 09/08/2018 da in Uncategorized.

Difendi la Vita!

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere tutti gli aggiornamenti direttamente via email

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: